L’8 febbraio 2019 ci sarà lo sciopero nazionale Trenitalia organizzato dai Sindacati Orsa in tutta Italia. La mobilitazione durerà 23 ore fatta eccezione per i macchinisti che si fermeranno invece otto ore. Ecco gli orari e i servizi garantiti da Trenitalia in caso di sciopero.

Mobilitazione Trenitalia: sciopero dell’8 febbraio, gli orari

Il sindacato Orsa Ferrovie ha indetto uno sciopero di 23 ore che inzierà alle ore 3 di venerdì 8 febbraio che riguarderà il personale di Trenitalia per concludersi alle ore 2 di sabato 9 febbraio. L’unica eccezione sarà per i capitreno ed i macchinisti che si fermeranno dalle ore 9 dell’8 febbraio fino alle ore 17. Grosse disagi, quindi, ci saranno per chi si deve spostare in quanto a rischio ci sarà l’intero comparto ferroviario: il personale di vendita dei biglietti e quello di assistenza con macchinisti e capitreno.

I motivi dello sciopero

Il Sindacato Orsa in un comunicato ha chiarito che i motivi dello sciopero dell’8 febbraio 2019 sono vari.

Innanzitutto esso riguarda il numero di assunzioni spalmate su tutto il territorio per coprire le attuali carenze e la stabilizzazione dei somministrati. Il Sindacato chiede poi che non vi siano future assunzioni con contratti che siano diversi da quelli di apprendistato professionalizzante. E ancora viene chiesto un aumento di posti per il ricambio di generazione rispetto alle quaranta unità previste per il Fondo specifico e per l’analisi “congiunta dei riflessi occupazionali che la Quota 100 avrà in categoria”. E infine si richiede un confronto sul reticolo delle biglietterie e sulle attività di assistenza sia nel Regionale che in DPLH garantendo che non vi siano degli esuberi e trattative sui territori.

Servizi minimi garantiti con sciopero

Trenitalia assicura (sulla sua pagina web) che nelle giornate di sciopero saranno assicurati i servizi minimi di trasporto che saranno predisposti a seguito degli accordi con le organizzazioni sindacali.

Comunque i treni che si troveranno a viaggiare a sciopero iniziato arriveranno comunque alla destinazione finale se essa sarà raggiungibile entro 1 ora dall’inizio della protesta. Trascorso tale periodo, poi, i treni si potranno fermare anche in stazioni precedenti a quella finale. Nel trasporto regionale saranno istituti i servizi essenziali nella fasce orarie di maggiore ferequentazione ovvero dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21 dei giorni feriali. Ecco il link di Trenitalia riguardante i treni nazionali garantiti in caso di sciopero.

Leggete anche: Sciopero benzinai 6 febbraio 2019: disagi alla pompa del carburante.